NBA 1° week

  • I Lakers hanno acciuffato ieri la prima vittoria stagionale. Sono partiti 0-3, dopo che quasi tutti li davano come la squadra più forte della lega, a ragion veduta visti gli arrivi di Nash e Howard ad affiancare Kobe e Gasol. Ma il processo che porterà i Lakers a diventare una “squadra” è ancora lungo, per cui non mi preoccuperei di qualche sconfitta lasciata lì, specialmente all’inizio. Hanno ancora da costruire un sistema di gioco, e la Princeton Offense non la insegni in 20 giorni, specialmente a giocatori difficili da gestire in attacco, che nella loro vita hanno sempre fatto altro. Per me restano i favoriti alla finale NBA, quando trovano, soprattutto se trovano, la quadratura del cerchio, che giocoforza verte della capacità di compromesso di Nash e Howard ad un ruolo meno centrale, posto che Kobe cambierà poco approccio alle partite.
  • Ray Allen con le sue squadre si lascia sempre in modo non idilliaco: è successo a Milwaukee quando forzò la sua trade verso Seattle, è successo a Seattle, quando volle essere ceduto ad una contender, è successo lo scorso anno quando ha abbandonato i Celtics per gli Heat. Ma ci mette veramente poco a farsi amare dalle sue nuove squadre.
  • Benchè l’idea di OKC esce rafforzata dalla trade di Harden sia valida, secondo me si mangieranno le mani di averlo ceduto ed aver ricoperto d’oro Ibaka. Che ha upside, ma resta un delitto dargli tutti quei soldi e vedere il vero segreto del loro accesso alle Finals andare a fare 40elli ai Rockets. Probabilmente Harden non avrebbe accettato tutta la vita il ruolo di sesto uomo, ma è questo il problema? Inserirlo in quintetto avrebbe scombinato qualche piano, visto che poi comunque si faceva i suoi 30/35 minuti e finiva le partite nella strutturazione con 4 piccoli? Uno come Ibaka lo si trova a giro, a maggior ragione se sei un GM scaltro come Presti, che intravide nel lungo Congo-Spagnolo un diamante grezzo quando in tanti vedevano solo carbone.
  • La regular season è iniziata da solo una settimana, però mi preoccupa il gioco di Blake Griffin. Due anni fa pareva in forte ascesa, dal punto di vista dell’impatto e dal punto di vista tecnico. Lo scorso anno mi deluso in parte perchè  è migliorato in poche cose con pecche clamorose in quanto a comprensione del gioco. Difende male, è un animale nell’aggredire il canestro, ma non ha altre vie se non quella. Dovrebbe disciplinarsi da un punto di vista tattico e tecnico, variare il suo gioco, invece è fermo al palo da 2 anni in questo senso.
  • Lo dicevo già in estate, a me i Knicks intrigano. Sono lunghi, dotati di talento e esperienza. Sono anche duttili, visto che stante l’assenza di Stoudemire, ora giocano con 4 piccoli senza problemi di sorta. Melo è la chiave di tutto. Woodson l’ha capito, e anzichè mettergli palla in mano nei primi 10/15 secondi dell’azione aspettando l’improvvisazione, gli ritaglia il suo spazio nei 10 secondi finali dell’azione, dopo aver mosso la difesa, da finalizzatore puro, nel ruolo di 3/4 che tatticamente lo rende immarcabile e imprevedibile. E comunque i Knicks sono costruiti con senno, con diversi ball-handler di spessore come Felton e Prigioni, un paio di elementi di rottura come Smith e Novak, e solidi sotto le plance con Chandler-Thomas-Camby.
  • Non mi ricordo un giocatore più irritante di DeMarcus Cousins. E’ un talento unico, ma completamente indirizzato nel modo sbagliato. In difesa è un danno, una piaga, vaga per l’area alla ricerca non so di cosa, anticipa una linea di passaggio senza senso per poi nemmeno coprire il suo errore, non fa tagliafuori, è sempre 1 se non 2 passi in ritardo in aiuto. In attacco uno con il suo talento e la sua stazza farebbe faville in post, invece parte a 7 metri dal ferro per puntare il suo uomo fronte a canestro, è un buco nero, perde palla in modo lezioso e non torna in difesa per lamentarsi con gli arbitri, ha un atteggiamento di quelli che creano solo problemi, è un esempio lampante di talento sprecato.
  • Chicago anche senza Rose è una squadra quadrata e pericolosa. In attacco e in difesa giocano in modo automatico e senza fronzoli. Non sono spettacolari, a volte sono ridondanti per come approcciano la partita offensivamente, ma stanno facendo una cosa che nelle scorse due stagioni non era comtemplata nel gameplan di Thibodeau: stanno facendo funzionare Boozer in attacco al di là del suo impatto negativo in difesa.
  • Rinnovi: Lawson 48×12. Troppi, rimane un play monodimensionale e di spinta non di gestione, che funziona nel sistema di Karl, in regime di anarchia, ma Karl non è eterno. Curry 44×4. Ci stanno, ne valrebbe anche più avesse meno incognite agli arti inferiori. DeRozan 40×4. E’ un giocatore che non posta nulla, anche segnasse 25 di media. E’ incompatibile con ogni filosofia offensiva, perchè prende palla e non la ridà manco per sbaglio. Gioca di par suo. Ma Toronto può lasciarlo andare via a gratis? No, quindi ci può stare dargli quei soldi. Taj Gibson 38×4. Probabilmente era meglio tenere Asik che Gibson, che rimane un giocatore di intensità in una squadra che ha Rose in campo. Senza Rose ha molto meno senso anche perchè Boozer ha un altro ruolo e va calvalcato di più. E’ anche una questione mentale, fino a che stupida in campo prendendo il suo paio di miglioncini andava bene, ora che ne prende 8 e passa è un altro discorso, non deve più stupire ma essere efficace, sempre. Harden 80×5. Vale ogni singolo spicciolo che prende. In 3 partite ha già ridato entusiasmo a una piazza che ne aveva perso e anche parecchio. Holiday 41×4. Furto? Ha 22 anni ed è pronto a spiccare il volo. E’ il play titolare che smazza meno assist, è ancora un animale da domare del tutto, ma di questi tempi bloccare un giocatore con quel potenziale a cifre ragionevoli è un pregio.

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...