D’Antoni?

I Lakers hanno deciso di affidarsi a D’Antoni per i prossimi 4 anni.

In verità loro volevano Phil Jackson, ma il coach Zen ha chiesto oltre ai soldi, anche che Buss di calasse le braghe, e quindi “si è fatto dire di no”.

Con D’Antoni i Lakers non acquistano solo un coach, ma una filosofia di gioco. E’ un pacchetto completo, che nel caso dei Knicks, non ha funzionato per divergenze tecniche con la stella (non voluta) Anthony.

Ho già espresso le mie teorie condividendo ampiamente le colpe tra Melo e il Baffo per quella situazione.

Ora D’Antoni porta il suo sistema ai Lakers, che come piazza è ancora più feroce di Manhattan e come strutturazione tecnica, eccezion fatta per Nash, non è per nulla impostata secondo il baffo-pensiero.

I Lakers sono una squadra dalle molteplice sfaccettature: sono la squadra delle iso/post medi/lati di campo di Kobe, ma sono anche la squadra delle letture di Gasol, dei pick & roll di Nash, dei post bassi di Howard.

Non sono una grande squadra da circolazione di palla, perchè chi ha palla in mano non ama cederla tanto facilmente, spesso Kobe o Howard.

La Princeton è stata fallimentare, per questi motivi e per il fatto che ha spersonalizzato i giocatori chiavi dell’attacco, Nash con le sue intuizioni ad alto ritmo e Gasol che doveva fungere da facilitatore ma era spesso snobbato e doveva andare a prendersi i suoi spazi a rimbalzo d’attacco o le rare volte che usciva il suo numero in attacco.

D’Antoni deve dare ordine a tutto ciò, siamo realmente sicuri che sia il coach giusto al momento giusto?

Kobe ha detto di condividere la scelta del coach (anche se voleva di più Jackson), ma è l’antitesi del suo pensiero tecnico. Lasciando fare il Team Usa in cui Kobe si è messo a disposizione dei compagni per il bene comune, i Lakers sono la sua squadra e come tale lui pretende di essere al centro dell’attacco. Non gli si può nemmeno dare torto.

Ma se lui continua a essere il centro dell’attacco, gli arrivi di Howard e Nash risultano inutili, se chiamati a svolgere il compitino del blocco o del passaggio iniziatore dell’azione.

D’Antoni ha in Nash l’ideale collante del suo basket-pensiero.

E’ ovvio che i Lakers non potranno mai correre per 48 minuti e che non potranno giocare in continuità “seven or less”, ma dovranno trovare escamotage vari per controllare il ritmo e permettere a Nash, come a Howard, come a Gasol e come Kobe di rendere al meglio, magari combinando i quintetti in cui sono presenti due di loro a turno.

Al momento i nodi riguardano la coesistenza tra Nash/Kobe e Gasol/Howard.

Nash con Kobe non può spingere come a lui piace, perchè Kobe con la palla si muove poco, lui si piazza in un quarto di campo e una volta ricevuto, magari al gomito punta esclusivamente il canestro. Nash ha bisogno invece del campo largo, e di rapidità d’esecuzione anche degli altri 4 per creare gioco.

Howard in attacco è troppo selvaggio per principi offensivi che non riguardino esclusivamente un pick & roll centrale o una iso in post. In un sistema di letture, azione e reazione è un pesce fuor d’acqua, che viceversa è il contesto perfetto per avere beneficio da Gasol.

Poi c’è tutto il cast, che appare lontanamente adattabile ai principi di D’Antoni.

Ho come l’impressione che di Metta World Peace, il Baffo non se ne faccia niente, se non tollerarlo in attacco (visto che è l’apoteosi dell’infrangi-spaziature) per quello che può dare in difesa, Blake e Duhon sono due cessi ambulanti, Hill può perdere minuti in favore di Jamison che si dividerà i minuti nelle due posizioni di ala, mentre fino ad ora era esclusivamente il cambio del fu Artest e Meeks è l’unico tiratore puro a roster, che però non fa altro, e al Baffo gli specialisti servono solo a riempire la panchina.

Posto che poi il problema principale resta la difesa, visto che nelle poche partite disputate con Brown i Lakers erano comunque 6° nella lega per efficienza offensiva e nella striscia di sconfitte subivano 103,5 punti di media e per ora hanno vinto solo contro Sacramento, Detroit e Golden State, ovvero il nulla.

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...