#TeamBeasley

Chi mi conosce sa che il mio più grande “amore sbagliato” è Micheal Beasley.

Lo scrissi tempo fa e l’ho ribadito la scorsa settimana.

Non ci posso fare niente, nonostante lucidamente mi capacito tutti i suoi difetti, non riesco a togliermi dalla testa tutto quel talento che ha solo bisogno di confluire verso la giusta direzione per devastare la lega.

Micheal Beasley ha la sua ultima chance. A sorpresa gliel’hanno data i Miami Heat, la squadra che lo scelse nel 2008 e che poi lo rinnegò usato come pedina di scambio per creare spazio salariale per la firma di LeBron James. Di acqua sotto i ponti ne è passata.

Image: Miami Heat v Orlando Magic

Beasley come Gesù: rinnegato tre volte, il messia è pronto a risorgere.

Avevo individuato i Rockets come l’ambiente giusto per per toglierlo dalla riva dell’Acheronte, circondato da gente giovane ma che possa inquadrarlo. Non mi lamento del fatto che proprio gli Heat stiano provando a farlo assurgere in paradiso alla desta del padr…ino (Pat Riley).

Miami è stato l’unico ambiente che è riuscito a tenerlo sotto controllo, in cui la sua ingenuità è stata messa a freno. Sembra un controsenso, visto che proprio Miami sembra la via verso la perdizione per antonomasia. Ha fatto alcune cazzate, ma niente di rilevante. Spoelstra fu chiaro con lui: comportati da professionista ed io ti faccio giocare. Quando lo ha fatto, ha giocato, ed ha pure giocato bene.

A Minnesota e Phoenix è andato allo sbaraglio, senza regole, logorando gli staff tecnici per il suo modo selvaggio e anticonfermista di intendere il basket organizzato, titolare di un contratto non indiffirente, e di tante aspettative disattese.

Il ritorno di Beasley agli Heat è stato caldeggiato dai senatori della squadra, in particolare Haslem, Wade e James, che hanno convinto Riley a offrirgli un contratto non garantito per lottarsi l’ultimo posto disponibile a roster al training camp che aprirà tra un paio di settimane.

Ha firmato al minimo stabilito per un veterano ed è in ballottaggio con Eric Griffin, Justin Hamilton e Jarvis Varnado per uno dei due posti ancora vuoti sui 15 disponibili.

Già tempo fa avevo espresso l’idea che Miami in questa campagna free agency, senza soldi da spendere, avrebbe dovuto raccattare qualcosa dal mercato free agent, con lo sguardo rivolto a qualche veterano con caratteristiche che potessero permettere di far riposare il più possibile James e Wade per preservarli in vista dei playoff. Amnistiato Mike Miller, si era aperto un buco a roster che nè James Jones nè Rashard Lewis potevano corprire. Beasley lo riempe alla grande.

Per 15 minuti a sera, e non sempre, può veramente essere un arma tattica straordinaria dalla panchina, in un ambiente che è quasi automatizzato e da due anni gioca a memoria. Addiruttura potrebbe rubare minuti a Shane Battier, sempre per il discorso del “risparmio energetico” dei veterani e giocare al fianco dei Big per accrescere il potenziale offensivo della squadra.

L’importante è convincere Spoelstra di tutto ciò nel primo mese di allenamenti. Dovrebbe essere una formalità dal punto di vista tecnico. Tradotto in soldini: Micheal, non fare cazzate, che io sono rimasto uno dei pochi a credere ancora in te.

Ah, per inciso, nell’ultimo anno ogni mossa di mercato degli Heat volta a dare una seconda opportunità ai reietti è stata un successo: Si diceva che Ray Allen non fosse più in grado di spostare e… BAAAM! Si diceva che Chris Andersen fosse un piantagrane e… BAAAM! Ora tocca a Greg Oden e Micheal Beasley smentire tutti!!!

Questo articolo puoi leggerlo anche su WeWantHeat

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...