L’X&O della Spagna a EuroBasket 2015

La Spagna vincitrice di EuroBasket 2015 nel corso della manifestazione ha usato massicciamente un gioco offensivo in grado di esaltare le caratteristiche dei propri giocatori, muovendo la difesa nei primi secondi dell’azione fino ad arrivare a un pick & roll centrale tra playmaker e centro. Un gioco molto elementare la cui efficacia è basata sul timing dei movimenti dei giocatori, oltre al talento cristallino di giocatori come Llull e Rodriguez nel creare palla in mano per se e per i compagni.

In finale contro la Lituania è stata una soluzione ampiamente cavalcata nei primi 2 quarti, il cavallo di troia per scardinare la difesa dei baltici e scavare il parziale che ha permesso alla Spagna di gestire un vantaggio in doppia cifra dai primi minuti di gioco.

Playbook

Partenza classica “Horns” con 1 che sceglie un lato e passa il pallone a 2 che sale in ala dagli angoli. In regime di transizione, come mostrato dai filmati, con i lunghi che arrivano a rimorchio, gli esterni possono anche sfruttare un blocco/velo dei bigman per uscire in ala.

Dopo aver passato la palla 1 taglia in angolo sul lato forte, il 5 sul lato debole si apre per ricevere il passaggio da 2 mentre l’altro lungo, 4, si posizione al vertice della lunetta sul lato forte, pronto a fare un blocco cieco a 2. Quando 5 ribalta il lato, 2 sfrutta il blocco cieco di 4 e taglia fino alla posizione di post basso. Se non c’è passaggio dentro, 4 e 5 portano un blocco stagger a 1 che esce in punta e riceve. 4 si apre in ala oltre la riga dei tre punti e 2, che è in posizione di post basso si posiziona in linea con 1 e 5 che si apprestano a giocare il pick & roll. 5 blocca a 1 e rolla a canestro mentre 2 porta un blocco cieco al difensore di 5.

Da questa configurazione di partenza, entra in gioco la fantasia e la creatività dei giocatori in campo, oltre alla loro capacità in reazione al movimento della difesa.

Clip 1

Seibutis forza Llull sul lato sinistro spezzando il pick & roll, Valanciunas, che dovrebbe fare show su Llull è un attimo in ritardo. Ribas bloccando Valanciunas apre una chiara direttrice di penetrazione a Llull che indisturbato va a canestro dato che la reazione di Kalnietis è del tutto assente. Le perfette spaziature spagnole non permettono a Jankunas (che marca un Mirotic spaziato benissimo) di aiutare tempestivamente.

Clip 2

Rodriguez e Gasol giocano il pick & roll centrale, Valanciunas fa uno show forte, ma il blocco cieco che Llull porta a 7 metri dal canestro ritarda il centro lituano quel tanto che basta per aprire un autostrada in palleggio a Rodriguez. Jankunas è preso tra due fuochi, Masiulis accenna una rotazione ma i tempi di passaggio di Rodriguez e il taglio profondo di Gasol in area portano gli spagnoli a un layup da sotto del centro dei Bulls.

Clip 3

In questo caso, dopo il pick & roll centrale, l’uomo di Ribas (Kalnietis) cambia su Llull, la rotazione di Masiulis è netta e toglie il passaggio diretto a Gasol in taglio, ma la mancata rotazione di Seibutis espone la Lituania a un comodo tiro da tre punti di Fernandez armato da un’attenta lettura della situazione da parte di Llull. Ci poteva stare anche l’extrapass per un tiro centrale di Ribas.

Clip 4

La Lituania si adegua, il cambio di Seibutis è preciso, Valanciunas riesce a passare con Gasol sul blocco cieco di Ribas e Masiulis aiuta in area e torna forte su Fernandez. Llull passa al suo compagno di squadra al Real ma la difesa lituana non concede spazi per il tiro. Ecco quindi che si attiva la terza opzione dell’attacco: palla in post a Gasol, che dopo il blocco riesce a prendere posizione profonda su Valanciunas. Fernandez pulisce il lato, Mirotic tiene impegnata la difesa e scongiura un raddoppio dal lato debole con un taglio, si ricreano le spaziature e Gasol può giocare un 1 vs 1 in un quarto di campo con metri di spazio.

Nel secondo tempo, dato che la difesa lituana si era splendidamente adeguata, Scariolo ha usato una variante: non più blocco cieco di 2 per 5 dopo il pick & roll, ma 2 che si allarga in angolo per giocare il pick & centrale con i 3 giocatori non coinvolti spaziati oltre la riga da tre punti per costringere la difesa lituana a cambiare creando così due mismacht, piccolo vs lungo e lungo vs piccolo, oppure a collassare in area con i tiratori iberici appostati sul perimetro.

 

 

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...